Osservatorio Ca’ del Monte – Cooperativa Teti

Teti Coop

osservatorio1

Di proprietà della Comunità Montana Oltrepò Pavese e grazie anche a un finanziamento della Fondazione Cariplo, nasce nel 2008 il primo Planetario e Osservatorio Astronomico pubblico della provincia di Pavia, realizzazione pratica di un progetto concepito dalla Associazione Astrofili Tethys fin dal 1995.
La Teti Società Cooperativa nasce nel 2010 come spin-off dalla Associazione Astrofili Tethys che già dal 1987 opera in maniera amatoriale nella divulgazione dell’astronomia nel territorio pavese. La cooperativa è fondata da quattro soci che ritengono non più sostenibile un approccio amatoriale e saltuario alla gestione dell’Osservatorio di Cà del Monte.
Durante gli anni la Coop Teti sviluppa la consapevolezza che iniziative di divulgazione scientifica, di divulgazione d’arte e culturali in genere, necessitano di precise strategie organizzative. In questo senso, l’obiettivo della Teti Soc.Coop., è quello di fornire servizi per le iniziative legate all’arte alla scienza e alla cultura, proponendosi come supporto ad esse. Oggi la Cooperativa è formata da cinque soci tra i quali vi sono professionisti nel settore della divulgazione, una maestra d’Arte, specialisti di Marketing e Project Management.
La Coop. Teti è iscritta all’associazione politico sindacale “Confederazione Cooperative Italiane” (ConfCooperative) nel settore Federcultura Turismo Sport e crede fortemente negli elementi distintivi della cooperazione quali: la democraticità delle scelte aziendali, la mutualità e l’attenzione per la comunità locale. Durante il periodo 2010-2015 la Coop Teti registra un’afflusso di circa 40mila visitatori all’osservatorio astronomico che pone la struttura come iniziativa assolutamente unica nel suo genere nel territorio Pavese. In questo luogo vengono sperimentati, e resi operativi, i concetti di “narrazione” e “drammatizzazione” come metodi universali per la divulgazione. L’attenzione per il visitatore viene applica fin dai primi contatti , durante la prenotazione, e l’obiettivo primario è quello di essere “un’esperienza”.

Galleria fotografica

Share